Formazione tirocinanti

Area è sede di tirocinio per l’Ateneo torinese, in particolare per la Facoltà di Psicologia e i Corsi di Laurea di Scienze della Formazione e Scienze della Comunicazione. Presso l’Associazione è possibile svolgere il Tirocinio della Laurea Triennale, Magistrale/Specialistica e Post Lauream, affiancando gli operatori nei diversi progetti dedicati a bambini e ragazzi disabili.

Il tirocinio rappresenta, per gli studenti, un momento fondamentale di raccordo tra la formazione universitaria e l’acquisizione ed esercizio di competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro. Si tratta, quindi, di un’esperienza arricchente, che consente di verificare la coerenza tra ciò che si apprende in aula (conoscenze) e le competenze che occorrerà possedere per entrare efficacemente nel mondo del lavoro.
Ai tirocinanti viene chiesto di costruire gradatamente relazioni con le persone disabili, giocando un ruolo complesso in cui è necessario conciliare l’essere accanto nell’esperienza con una dimensione di responsabilità.
Il percorso di tirocinio prevede un accurato monitoraggio da parte dell’intera équipe del Dipartimento di appartenenza, attraverso riunioni con i responsabili dei progetti finalizzate alla condivisione degli aspetti esperienziali legati all’incontro con la disabilità. I tirocinanti possono inoltre accedere alla raccolta di volumi del Centro di Documentazione interno dedicato alle tematiche dell’handicap, e a un vasto archivio di riviste specializzate e tesi di laurea.
Le esigenze formative degli studenti, derivanti da un’assenza di preparazione specifica sulla tematica dell’handicap, ci hanno spinti a potenziare il progetto formativo a loro rivolto, rendendolo più ricco e articolato. Il progetto formativo per i Tirocinanti si chiama In Forma di Pensiero. Sono stati previsti circa quindici incontri di tre ore a cadenza quindicinale, in cui vengono affrontate le principali questioni teoriche e pratiche che concernono la disabilità e la professione psicologica (es. cenni di neuropsichiatria infantile, tecniche di osservazione, colloquio psicologico, lavoro in gruppo, genitorialità, preparazione all’esame di stato). Gli incontri sono curati da operatori dei singoli Dipartimenti e sono condotti in modalità interattiva, con l’obiettivo di facilitare tra i partecipanti la condivisione di idee e la riflessione a partire dall’esperienza concreta di tirocinio.
A questi appuntamenti si aggiunge una giornata di workshop a cura di Under 30, (gruppo di giovani collaboratori dei vari Dipartimenti di Area), con l’obiettivo di permettere ai tirocinanti di toccare con mano le possibili applicazioni del pensiero creativo rispetto al contesto della disabilità.
In conclusione del percorso di tirocinio i colloqui intermedi di monitoraggio con il Responsabile Servizio Tirocini, la rielaborazione dei contenuti della bibliografia consigliata, la presentazione dei Serivizi di Area e la redazione delle relazioni finali richieste dall’Università, si considerano tutti strumenti di verifica del livello di apprendimento acquisito.