Recensione pubblicata il: 27/09/2012

PLUS è un ambiente di produzione ipertestuale esemplato sul modello di HyperCard (cfr.), come già nel caso di programmi analoghi, quali HyperPAD, LinkWay, ToolBook (cfr.). Come quest’ultimo, la versione di PLUS per Windows gestisce il colore e presenta una ricca gerarchia di oggetti (stack, background, card, bottoni, campi, campi WP con testo formattabile, campi database, oggetti grafici di tipo paint e di tipo draw) e un potente linguaggio di programmazione (“PPL”), ma su macchine inferiori al 486 gira in modo decisamente lento. La caratteristica più rilevante di PLUS è il fatto che esista, accanto alla versione Windows, quella per Macintosh, con la possibilità di convertire direttamente le applicazioni sviluppate su una piattaforma in applicazioni per l’altro sistema operativo.