Secret agent mission

Recensione pubblicata il: 27/09/2012

Tipico gioco di piattaforme, in cui tuttavia i diversi livelli non sono disposti in ordine rigorosamente lineare, a difficoltà crescente, ma “sparpagliati” su un’isola che il giocatore può esplorare di sua iniziativa. Questo consente al giocatore di scegliere liberamente lo schema con cui confrontarsi. Altro motivo d’interesse del gioco è che, pur presentando la caratteristica commistione di elementi di strategia e di destrezza tipica delle piattaforme, esso si svolge a ritmi molto accessibili e, soprattutto, accanto all’uso del joystick è previsto l’uso della tastiera, la quale ultima è totalmente riconfigurabile. La 4 azioni fondamentali del gioco (avanti, indietro, salta e spara) sono cioè associabili a qualsiasi tasto: si possono usare le quattro freccette del cursore per giocare comodamente con una mano sola, oppure due gruppi di due tasti lontani tra di loro per giocare in due (un giocatore, ad esempio, muove il protagonista, l’altro lo fa saltare e sparare).