Recensione pubblicata il: 27/09/2012

Obiettivo del gioco è quello di pianificare lo sviluppo di una città, promuovendone l’ incremento demografico. Si può decidere se assumere il “governo” di uno scenario predefinito, cioè di una città giunta a un determinato livello di sviluppo, oppure fondare una nuova città su un terreno completamente disabitato. In quest’ ultimo caso, che è anche il più semplice, si esamina la mappa del territorio per trovare una collocazione opportuna per il centro abitato, si spiana il terreno o si disbosca con i bulldozer, si edificano le zone residenziali. Bisogna poi preoccuparsi di fornire energia alle abitazioni, di impiantare fabbriche e centri commerciali per dare lavoro e offrire merci ai nuovi arrivati, di tracciare strade e ferrovie. L’ aumento della popolazione fa nascere i primi problemi di inquinamento e di delinquenza. Si devono fare i conti con limitate risorse finanziarie, non potendo gravare troppo con le tasse su una popolazione sempre pronta ad andarsene. Possono capitare inondazioni, tornadi, terremoti…