Zak mckracken and the alien mindbenders

Recensione pubblicata il: 27/09/2012

Produttore www.lucasdelirium.it/ Editore multiplayer.it Anno 1988 Italiano SI Fascia d'età 6-8 anni, 9-11 anni

Si tratta di una delle prime prove della LucasFilm nel campo del racconto interattivo. L’ interfaccia è già, nell’ impianto generale e pur tenendo conto dei successivi miglioramenti, quella che diventerà tipica degli “adventure games” della casa produttrice americana, e che viene spesso indicata con la sigla SCUM (cfr. THE SECRET OF MONKEY ISLAND). La storia, tutta giocata su un registro ironico e scanzonato, narra di un giornalista squattrinato che sogna di vincere il Pulitzer, ma è costretto dal direttore del proprio giornale scandalistico a occuparsi di fatti poco credibili, ma che fanno sensazione. Proprio sulle tracce di uno di questi fatti (campeggiatori aggrediti da uno scoiattolo a due teste), tuttavia, Zak scoprirà che una razza aliena ha ideato una tecnica per rincretinire il genere umano con l’ uso del telefono. Per far fallire il piano, Zak dovrà compiere lunghi viaggi (uno anche su Marte) e superare molte prove.