Cos’è la tessera di libera circolazione?

La regione Piemonte rilascia alle persone invalide una tessera “di libera circolazione” (cioè di trasporto gratuito), che consente a vostro figlio, e a chi in quel momento lo accompagna, di viaggiare gratuitamente su tutti i mezzi pubblici (pullman, metro, tram e treni) entro i confini della Regione Piemonte.

La tessera è valida per tutti i trasporti pubblici nell’ambito della Regione Piemonte e non solo per la zona metropolitana come molti credono: per esempio, se vi recate con vostro figlio ad Asti potete utilizzarla sia per raggiungere Asti in treno, sia per girare per Asti, sui pullman urbani ed extraurbani.

Essa vale inoltre, senza necessità di acquistare alcun biglietto,  sui treni che collegano un capoluogo piemontese a un capoluogo di una regione confinante (Liguria, Lombardia, Valle d’Aosta), per es. Torino-Milano, Asti-Genova, Torino-Limone-Taggia, Torino-Ventimiglia, ecc.

La tessera dei minori non riporta la foto dell’interessato; la tessera dei maggiorenni la riporta.

Compiendo diciotto anni essa consente la gratuità del viaggio anche all’eventuale accompagnatore soltanto se la percentuale d’invalidità riconosciuta è del 100%.

Chi ha diritto alla tessera di libera circolazione?

Riportiamo dalle FAQ della Regione Piemonte:
per ottenere una carta BIP di libera circolazione occorre essere residenti in Regione Piemonte e appartenere a una delle seguenti categorie:

  • percentuale di invalidità civile o del lavoro uguale o superiore al 67% ed inferiore al 99%;
  • sordo;
  • ipovedente grave (decimista);
  • handicap (L. 104/92 art.3 comma 1) con capacità motoria ridotta o con pluriamputazioni;
  • invalido di guerra, lavoro e servizio categorie II, III o IV.
Hanno diritto alla carta BIP di libera circolazione con estensione all’accompagnatore le seguenti categorie:
  • percentuale di invalidità civile o del lavoro del 100%;
  • cieco;
  • minore invalido*;
  • handicap grave (L. 104/92 art.3 comma 3);
  • invalido di guerra, lavoro e servizio categoria I.​”

FAQ di Libera Circolazione per Disabili – Utente non in possesso della carta BIP

*La dicitura “minore invalido” è un’espressione tecnica e si riferisce al verbale d’invalidità civile: “Minore invalido, con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età o ipoacusico”)

Perché la mia tessera non funziona?

Se la tessera non funziona, al di là di possibili motivi tecnici (per es. si è smagnetizzata), è possibile che la sua validità fosse legata a una data di rivedibilità riportata sul verbale d’invalidità. Niente paura… per effetto del decreto semplificazione (L. 114/2014) si conservano tutti i diritti previsti fino alla definizione del nuovo verbale.

Come comportarsi in caso di rivedibilità?

Info:
800.333.444
bip.piemonte.it

 

Aggiornato il 19-11-2021