Progetti

2021 - 2022

BESmart

conoscere rende autonomi

Il progetto ha l’obiettivo di sostenere e accompagnare bambini con Bisogni Educatici Speciali nel loro percorso scolastico e di apprendimento, attraverso l’individuazione degli strumenti compensativi di flessibilità didattica più adatti e percorsi di elaborazione dei vissuti negativi legati alle difficoltà presenti.

L’idea progettuale è da contestualizzare in un periodo storico particolare, in cui l’emergenza sanitaria ha determinato la chiusura delle scuole e di tutte le attività a sostegno per minori con disabilità o BES. Il distanziamento fisico e sociale infatti, ha privato bambini e ragazzi di occasioni di apprendimento e socializzazione, accentuando in tale modo disuguaglianze, isolamento e discriminazioni già esistenti.

Nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di laboratori multimediali di supporto alla didattica, volti ad aiutare gli studenti ad acquisire autonomia con un metodo di studio efficace, e al contempo creare occasioni di socializzazione coi pari. BESmart garantisce anche degli spazi di ascolto e sostegno psicologico di gruppo, e supporto individuale per le situazioni più problematiche.

Il progetto è realizzato grazie al contributo delle donazioni raccolte con la Run4Area, inoltre si ringrazia il Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo per il contributo iniziale.

 

2021

Meet A-gain

ancora insieme, di nuovo a scuola

Meet A-gain, finanziato da Fondazione CRT all’interno del bando VivoMeglio 2020, è un progetto che mira a promuovere l’integrazione scolastica dei bambini con disabilità (3-8 anni) e favorire la risocializzazione a scuola alla luce delle forti criticità correlate alla pandemia.

Tale obiettivo si rende particolarmente significativo nel contesto attuale, considerato che il prolungato confinamento dovuto all’emergenza sanitaria e le conseguenze sulla scuola in presenza, hanno fortemente penalizzato la relazionalità tra pari e la socializzazione dei bambini. Realizzato in partenariato con Società Cooperativa Sociale Mafalda e C.I.S.S. Pinerolo e la collaborazione dell’IC Di Nanni di Grugliasco e tre istituti scolasti del pinerolese, prevede la realizzazione delle seguenti attività:

– osservazione in classe sull’interazione con i pari e gli adulti di riferimento,
– laboratori di storytelling per le classi sulle emozioni attivate dalla pandemia,
– consulenza e workshop per insegnanti ed educatori per offrire strumenti e metodologie per l’inclusione.

Meet A-gain assume anche un carattere preventivo rispetto all’insorgere o il cronicizzarsi di situazioni di disagio psicologico legato all’emergenza Covid-19, con attività di supporto psicologico per le famiglie messe a dura prova dalle privazioni e dalla mancanza di risorse di supporto esterne provocata dall’emergenza sanitaria.

Realizzato in collaborazione con Cabaleonte APS e Cooperativa Sociale P.G. Frassati s.c.s Onlus e grazie al contributo della Fondazione CRT, Empower-Net organizza quattro diversi laboratori psicoeducativi.

2019-2021

Empower - Net

una rete per sostenere

Il progetto è rivolto a bambini e ragazzi con disabilità (in particolare i disturbi del neurosviluppo) e ai loro familiari e caregiver, con l’obiettivo di migliorarne la qualità della vita attraverso il potenziamento delle loro risorse sia in ambito individuale, sia relazionale.

Realizzato in collaborazione con Cabaleonte APS e Cooperativa Sociale P.G. Frassati s.c.s Onlus e grazie al contributo della Fondazione CRT, Empower-Net organizza quattro diversi laboratori psicoeducativi:

Foglie: destinato a ragazzi con ritardo mentale, il laboratorio ispirato dalla lettura del libro tattile “Foglie” promuove una riflessione sulla propria individualità e quella degli altri,
2Play: destinato a bambini con autismo in coppia con uno dei genitori, agisce sulle interazioni di gioco con il caregiver per favorire l’acquisizione di competenze propedeutiche alla condivisione con i pari,
–  Topi di Biblioteca: uno spazio in cui condividere il piacere di leggere storie e cimentarsi nella scrittura di brevi racconti per riconoscersi e conoscersi,
Ombra mai fu: a partire da uno dei racconti realizzato dai Topi di Biblioteca, i partecipanti diventeranno scenografi e protagonisti di un cortometraggio girato con la tecnica ispirata al teatro d’ombre sotto la supervisione di un regista e videomaker esperto.

Il progetto prevede anche un intervento a tutto tondo sui caregivers offrendo percorsi di accompagnamento e sostegno psicologico (individuali e di gruppo) anche per genitori e siblings, oltre a interventi di formazione per gli operatori del terzo settore.