Violetta e i topi del Titanic

Recensione pubblicata il: 22/04/2022

Autore Cecco Mariniello Illustratore Cecco Mariniello Editore Sinnos Paese di pubblicazione Italia Collana leggimi ISBN 978-88-7609-509-2 Anno 2022 Numero di pagine 64 Prezzo 8,50 €

Fascia d'età 6-8 anni Sezione Libri accessibili

Tipo di libro accessibile Libro ad alta leggibilità Accessibile in caso di Dislessia Nessuna disabilità specifica

Come ogni nave che compia lunghe tratte, anche il Titanic trasportava una serie di passeggeri senza biglietto e con una lunga coda: topi e topini viaggiatori. E proprio topi e topini sono i protagonisti della storia ad altra leggibilità scritta e illustrata da Cecco Mariniello per Sinnos, Violetta e i topi del Titanic.

Di due tipi diversi e rivali, i topi rossicci e quelli azzurrognoli non si possono nemmeno incrociare senza lasciarsi andare a risse e scontri verbali. In virtù di una lunga storia di lotte, guerre e soprusi, i due gruppi di roditori non fanno che insultarsi a vicenda e battersi gli uni contro gli altri. Due di loro, però, l’azzurrognola Eloisa e il rossiccio Abelardo, se ne infischiano altamente delle storiche beghe tra le rispettive fazioni di appartenenza e amano giocare insieme. E sarà proprio questa loro capacità di non lasciarsi condizionare dalla provenienza e di guardare al futuro più che al passato, a garantire loro una fuga riuscita al momento dell’impatto con l’iceberg e una prospettiva di nuova vita una volta giunti in America.

Costruito come una chiara metafora delle insensate lotte, soprattutto di classe, che nel tempo hanno animato la vita degli uomini e che nella clientela del Titanic trovavano una eloquente rappresentazione, Violetta e i topi del Titanic presenta un racconto fruibile per brevità, composizione sintattica e caratteristiche (tipo)grafiche.