L’ASL passa il cingolo montascale?

Cingolo montascale

Il cingolo montascale è ausilio dato in comodato d’uso dall’ASL che permette di superare una o più rampe di scale: si tratta del montascale a cingolo, che le ASL danno in comodato d’uso, se è stato prescritto dal medico specialista e possa realmente essere utile a superare il dislivello in questione.

Come tutti gli ausili erogati gratuitamente dal Servizio Sanitario, esso è compreso negli elenchi del DM 332/99 (Elenco 3), che recita:

è indicato per soggetti totalmente non deambulanti dimoranti abitualmente in edifici sprovvisti di ascensore idoneo, serviti da scale non superabili mediante l’installazione di una rampa di cui al D.M. Lavori Pubblici 14 agosto 1989; oppure per il superamento di barriere architettoniche interne all’abitazione. L’indagine sociale dovrà attestare l’assoluta indispensabilità di tale dispositivo. La lista dei montascale prescrivibili si trova nell’Elenco 3 del Nomenclatore, che riporta gli ausili che le ASL si sono aggiudicate con gare d’appalto per poi rilasciarli in comodato d’uso gratuito agli utenti che ne fanno richiesta.”

  • una relazione tecnica dalla quale risulta che il dislivello non sia superabile mediante la realizzazione di una rampa (uno scivolo) o lavori in muratura
  • una relazione sociale, dalla quale risulti che vi sia una persona in grado di manovrare il montascale

NB: è importante che il medico specialista verifiche che la carrozzina in vostro possesso si adatti al cingolo montascale, altrimenti dovrà prescrivere un cambio carrozzina oppure  una carrozzina ulteriore

Riferimenti:

DM 332/99 e in particolare l’Elenco 3

Procedura per i residenti in Torino (Sito Informa disabile Torino)

Se invece nel vostro caso il montascale non è idoneo, verificate se rientriate fra i beneficiari dei “Contributi legge 13” per eliminazione delle barriere architettoniche

Aggiornato il 27-6-22