Come si presenta la domanda di accertamento d’invalidità o di handicap?

La procedura per la presentazione della richiesta di invalidità civile e/o di handicap è interamente telematica.

I tre passaggi fondamentali sono:

1. la compilazione online di un cosiddetto “certificato medico introduttivo” da parte del medico che segue vostro/a figlio/a; di norma se ne occupa il/la neuropsichiatra infantile, gratuitamente, ma può essere compilato anche da un medico del reparto ospedaliero nel caso di bambini ricoverati o in carico all’ospedale; se viene compilato dal pediatra o dal medico di famiglia è a pagamento

NB: Per riconoscere più agevolmente il diritto all’indennità di accompagnamento, è importante che il medico spunti la casella relativa alla non autosufficienza; diversamente, la commissione medico-legale potrebbe chiedere un’integrazione al medico che ha emesso il certificato telematico.

La validità del certificato medico telematico è di 90 giorni.

2. la prenotazione dell’accertamento medico-legale dello stato di invalidità e/o di handicap tramite il portale dell’INPS o presso un CAF o Patronato con una copia del certificato rilasciato dal medico oppure il numero seriale riportato sul certificato stesso. La prenotazione e la visita sono gratuite. – In caso di richiesta di insegnante di sostegno è necessario spuntare la relativa casella sul modulo di domanda.

INPS – domanda di accertamento d’invalidità-handicap

Per prenotare tramite il portale dell’INPS occorre essere in possesso dello SPID per figlio minore

Nuovo servizio INPS per la documentazione sanitaria

La commissione medico-legale dal 2020 ha la possibilità di accertare l’invalidità civile e l’handicap in base alla sola documentazione sanitaria, senza convocare l’interessato/a a visita (L. 120 dell’11 settembre 2020, art. 29 ter):
“La valutazione sugli atti può essere richiesta dal diretto interessato o da chi lo rappresenta unitamente alla produzione di documentazione adeguata o in sede di redazione del certificato medico introduttivo. In tale secondo caso spetta al responsabile della commissione di accertamento indicare la documentazione sanitaria da produrre. Nelle ipotesi in cui la documentazione non sia sufficiente per una valutazione obiettiva, l’interessato è convocato a visita diretta.”

Vai al servizio

Compiuti i diciotto anni occorrerà un codice SPID personale del figlio/a, salvo:

  • persone che non hanno documenti d’identità italiani
  • persone sotto tutela o amministrazione di sostegno

Leggi sul sito dell’INPS

 

3. l’accertamento medico-legale

Circa un mese dopo che avete presentato la richiesta di accertamento, riceverete una convocazione in medicina legale per il riconoscimento del grado di invalidità o di handicap.

Il Decreto semplificazioni 2020 prevede che il riconoscimento d’invalidità e handicap in base agli atti, senza obbligo di  presenza della persona interessata dalla valutazione, “in tutti i casi in cui sia presente una documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva”. La valutazione in base agli atti può esser proposta anche dal diretto interessato (o, supponiamo, per estensione, anche da chi esercita le responsabilità genitoriali).

 

Invalidità / Handicap

Verificate che il medico abbia spuntato le due caselle, “Invalidità” e “Handicap”.

 

Cecità, Sordità

In caso di richiesta di accertamento per cecità civile il certificato medico deve riportare in anamnesi quanto indicato dall’oculista nel proprio certificato. Il medico ha inoltre la possibilità di allegare una scansione del certificato oculistico. Il certificato oculistico può essere stato rilasciato anche da un oculista privato.

La casella “Sordità” deve essere spuntata soltanto quando il bambino ha una sordità profonda.

 

Il CAP e l’ASL

Nella procedura telematica ricoprono un’importanza fondamentale il CAP e l’ASL di riferimento, che vengono indicati nel modulo telematico dal patronato. Se il CAP non è corretto, non viene preso in considerazione dal sistema automatico, con la conseguenza che la domanda può rimanere indefinitamente in sospeso.

Visite per rivedibilità
Quando un certificato d’invalidità o di handicap prevede una rivedibilità (es. riporta “Rivedibile al 12/2015”) significa che l’INPS stessa convocherà vostro figlio o figlia alla visita di revisione e a comunicarvene data e luogo.

A diciotto anni si potrà richiedere un nuovo accertamento. Il certificato medico potrà essere datato anteriormente al diciottesimo compleanno, ma l’accertamento non potrà essere prenotato prima, dal momento che titolare della richiesta sarà vostro figlio, nel suo nuovo status di maggiorenne.

Il maggiorenne potrà richiedere all’INPS, tramite il sito dell’Istituto, il PIN dispositivo per poter presentare domanda autonomamente, senza l’intermediazione di un patronato.

Cosa succede dopo la visita medico legale d’invalidità o handicap?

Dopo a visita medico legale, il parere della commissione verrà valutato da una seconda commissione, detta “di seconda istanza” e di seguito verrà pubblicato sul fascicolo previdenziale individuale sul portale dell’INPS. Contestualmente verrà messo in spedizione all’indirizzo indicato sulla domanda di accertamento.

Vai al fascicolo personale INPS: clicca qui

Dopo quanto tempo arriverà il certificato a casa?

I tempi di ricevimento sono variabili e dipendono da diversi fattori, tuttavia solitamente il certificato arriva entro due mesi dalla visita medico-legale.

Esso viene spedito tramite posta raccomandata e se la domanda è stata fatta per invalidità e handicap. trattandosi di certificati diversi, arriveranno separatamente, in tempi leggermente diversi (a circa due settimane di differenza).

Leggi sul sito dell’INPS

Leggi: Come fare se si ha urgenza del certificato di handicap?

 

Ultimo aggiornamento: 17/12/2021